×
Colori dei Bambini

Categoria: Premaman

Suggerimenti per il papà al momento del parto

Dalle origini della razza umana le donne hanno sempre partorito ma gli uomini sono solo pochi decenni che gli viene permesso di assistere al parto… un mondo che per loro è oscuro.

Non è difficile che si facciano assalire dalla paura se il tuo tesoro diventa una strega urlante per colpa del dolore.

Si tratta di un dolore difficile da comprendere se non se ne è mai avuta esperienza prima… anche per una donna.

A dire la verità, già in fase di gestazione è possibile dare una mano concreta. A Savona, cosa vedere per poter intrattenere la futura mamma? In questa bellissima provincia è possibile passare i mesi prima del parto in un ambiente sereno, senza troppo caos e soprattutto con ospedali

Ora cercherò di descriverlo cosicché abbiate un punto di riferimento: da principio i dolori del travaglio assomigliano a quelli delle mestruazioni, ma intermittenti; dato che gli uomini non conoscono cosa possano essere i dolori mestruali, posso dirvi che assomigliano, a loro volta, a dei dolori dovuti ad un indolenzimento della zona lombare dovuti a uno sforzo notevole.

Poi, quando il parto è pronto, e il bambino ha iniziato la discesa questi dolori si trasformano e dal travaglio si passa ai dolori del parto vero e proprio.

Questi si spostano a livello dell’ano e assomigliano più o meno all’atto di defecazione dopo ad un lungo periodo di stitichezza totale.

E’ proprio quando hanno inizio questi dolori che di solito cominciano le urla più strazianti e le parole più inaudibili.

Nel momento del parto un papà può fare poco e tanto allo stesso tempo…

Cosa può fare l’uomo in tutto questo?

Quasi niente.

Ma quel poco che farete potrebbe essere MOLTO soprattutto se l’emotività della donna è al collasso.

Ecco un piccolo elenco:

  • massaggiare la zona bassa della colonna;
  • incoraggiare la partoriente a passeggiare, invece di stare distesa (questo durante il travaglio), dato che la gravità agevola l’uscita del piccolo;
  • quando iniziano i dolori del parto, per la motivazione illustrata prima, la donna sentirà di dover evacuare: suggerirle di andare al bagno per liberare l’intestino è un’ottima idea perché, dal momento che ha evacuato realmente, se avverte ancora lo stimolo potete dirle tranquillamente di rilassarsi perchè è solo una sensazione quella che avverte e non una reale necessità di evacuare. Rilassandosi faciliterà e velocizzerà il processo di uscita del bambino;
  • darle una mano da stringere.

Penso che questo sia veramente tutto quello che l’uomo può fare per la donna in quel frangente.